Non hai ancora un account registrati adesso
Email for contact
Listino Hager sicurezza 2019  Depliant Hager sicurezza  Depliant logisty.comfort  Depliant Protezione Esterna logisty  
 

Bonus fiscale allarmi 2019

Rinnovato per il 2019 il Bonus fiscale che consente di detrarre il 50% delle spese sostenute per l’acquisto di un sistema di sicurezza
Buone notizie per chi vuole dotare le proprie abitazioni di sistemi di sicurezza. La legge di Bilancio ha prorogato il bonus fiscale per le ristrutturazioni. Si tratta di una novità di grande interesse per i sistemi di sicurezza, considerato che la legge agevola espressamente gli interventi sugli immobili residenziali “relativi all'adozione di misure finalizzate a prevenire il rischio del compimento di atti illeciti da parte di terzi”.

Il bonus, che prevede il raddoppio da 48.000 a 96.000 euro dell’ammontare complessivo delle spese detraibili per unità immobiliare, opera sotto forma di detrazione dall’IRPEF delle spese sostenute per interventi delle abitazioni e delle parti comuni negli edifici residenziali.
Ciascun contribuente ha diritto a detrarre annualmente la quota spettante nei limiti dell’Irpef dovuta per l’anno in questione. Non è ammesso il rimborso di somme eccedenti l’imposta.

Quali sono le agevolazioni per l’installazione di allarmi?

Per gli impianti antintrusione sono previste agevolazioni sulle singole unità abitative con l’adozione di un sistema di Allarme per finestre esterne: installazione, sostituzione dell’impianto o riparazione con innovazioni; apparecchi rilevatori di prevenzione antifurto e relative centraline; fotocamere o cineprese collegate con centri di vigilanza privati. Mentre per quando concerne le parti condominiali è previsto per il sistema antintrusione: riparazione senza innovazioni dell’impianto o riparazione con sostituzione di alcuni elementi. Sulle parti condominiali sono agevolabili anche gli interventi di manutenzione ordinaria.
I lavori possono essere eseguiti sia dal proprietario, che dal detentore dell’immobile (esempio: inquilino, usufruttuario. Possono usufruire della detrazione tutti i contribuenti assoggettati all’Irpef: non soli i proprietari, ma anche ai titolari di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie) e gli inquilini di un immobile.
L’ammontare complessivo delle spese detraibili per unità immobiliare è il 50% delle spese sostenute dal 26 giugno 2012 fino al 31.12.2019.

Cosa occorre fare per fruire la detrazione fiscale?

Il pagamento deve essere effettuato tramite bonifico bancario dalla persona titolare dell’impianto e deve essere “parlante”, riportando nella causale del versamento il codice fiscale del soggetto che paga insieme al codice fiscale o numero di partita Iva di chi beneficia dello stesso.
Lo sconto fiscale viene suddiviso in dieci quote annuali di pari importo, a partire dall’anno in cui si sono sostenute le spese.

Per ulteriori informazioni consultare il sito dell’Agenzia delle Entrate