Non hai ancora un account registrati adesso
Email for contact
Catalogo virtuale 2016Listino Hager sicurezza 2017  Depliant Hager sicurezza  Depliant logisty.comfort  Depliant Protezione Esterna logisty  
 

Il bonus fiscale per gli allarmi passa al 50%

La detrazione fiscale sulle ristrutturazioni edilizie, che comprende anche l’acquisto di un allarme antifurto sarà del 50% fino a giugno 2013.
Con il Decreto Sviluppo n. 83/2012 del 26 giugno 2012, fino al 30 giugno 2013 la detrazione per le spese sostenute a seguito dell’acquisto di un impianto d’allarme sarà pari al 50%.

Dal 26 giugno 2012, è infatti possibile acquistare un impianto di allarme e antifurto detraendo dall’imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef) il 50% della spesa sostenuta sulle singole unità immobiliari residenziali (fino ad un massimo di 96.000 euro) da suddividere in dieci anni.

Importante sottolineare che il bonus verrà applicato alle spese pagate tra il 26 giugno 2012 e il 30 giugno 2013 ma che avranno diritto alla detrazione anche coloro i quali abbiano iniziato i lavori prima dell’entrata in vigore del provvedimento, ma che salderanno dopo quella data.

Rimangono invariati i soggetti che possono usufruire della detrazione, ossia tutti i contribuenti assoggettati all’Irpef residenti o meno sul territorio italiano ad esclusione di società di capitali quali SpA, Srl e Sapa.

Le operazioni per godere del bonus fiscale rimangono le medesime: per fruire della detrazione è necessario che le spese detraibili siano pagate solo ed esclusivamente tramite bonifico bancario o postale da cui risultino la causale del versamento, il codice fiscale del soggetto pagante e il codice fiscale o numero di partita Iva del beneficiario del pagamento.
Si ricorda di conservare tutta la documentazione relativa alle spese sostenute per l’acquisto e il montaggio dell’impianto di allarme per la verifica delle detrazioni in fase di dichiarazione dei redditi.

Visualizza l’aggiornamento sul sito dell’Agenzia delle Entrate.